Prima Pagina
Chi siamo
twitter
FaceBook
Programma
No Euro Perchè
Elettorale
Signoraggio
Istituzioni
Organizzazione
Tesseramento
Notiziario
Intervista
Raccolta firme
Comunicati
Segnala
Contattaci
Rassegna Stampa
Collegamenti


La Moneta ed il suo Valore

La Moneta è emessa dalla Banca Centrale nel caso della Lira Italiana da Bankitalia, nel caso dell'Euro dalla BCE (Banca Centrale Europea) La Moneta viene prestata ad ogni singolo Stato al Valore di facciata maggiorata dal Tasso di Sconto, che attualmente è al 3,5%. I singoli Stati emettono delle Obbligazioni che la Banca Centrale Europea prende in pegno, effettuando un prestito allo Stato per il corrispettivo valore dell'obbligazione, dietro al pagamento di un interesse: il Tasso di Sconto. Il Signoraggio è la differenza tra il Valore Nominale ed il Valore Intrinseco. Il Signoraggio va a chi emette Moneta. Stampando una banconota da 100 Euro la Banca Centrale Europea intasca la differenza tra il Valore Intrinseco (costo di stampa) 0,03 Euro a banconota e il Valore Nominale di 100 Euro maggiorato di 3,5 Euro rappresentato dal Tasso di Sconto: quindi il Signoraggio su una banconota di 100 Euro è di 103,47 Euro (100 + 3,5 - 0,03)

La Moneta e la sua Proprietà

La Moneta è emessa dalla Banca Centrale nel caso della Lira Italiana da Bankitalia, nel caso dell'Euro dalla BCE (Banca Centrale Europea) La Moneta viene prestata ad ogni singolo Stato al Valore di facciata maggiorata dal Tasso di Sconto, che attualmente è al 2,5%. I singoli Stati emettono delle Obbligazioni che la Banca Centrale Europea prende in pegno, effettuando un prestito allo Stato per il corrispettivo valore dell'obbligazione, dietro al pagamento di un interesse: il Tasso di Sconto. Il Signoraggio è la differenza tra il Valore Nominale ed il Valore Intrinseco. Il Signoraggio va a chi emette Moneta. Stampando una banconota da 100 Euro la Banca Centrale Europea intasca la differenza tra il Valore Intrinseco (costo di stampa) 0,03 Euro a banconota e il Valore Nominale di 100 Euro maggiorato di 2,5 Euro rappresentato dal Tasso di Sconto: quindi il Signoraggio su una banconota di 100 Euro è di 102,47 Euro (100 + 2,5 - 0,03)

Il ruolo di Bankitalia

Bankitalia ha come Compito Principale quello di controllo sul sistema bancario e finanziario Italiano, e il regolamento delle operazioni dello stesso sistema, e non è un caso che l'arroganza del Sistema Bancario è particolarmente acuita in Italia, come si può pretendere che il Controllore (Bankitalia) possa sanzionare i controllati: gli Azionisti?. Bankitalia oggi non è più pubblica ma privata in quanto le quote azionarie sono di proprietà delle principali Banche private italiane.

Le quote azionarie di Bankitalia

BancaIntesa Bci

privato

26,8

Banca di Roma

privato

11,1

Unicredito

privato

10,9

SanPaoloImi

privato

9,0

Mediobanca

privato

8,3

Inps

 

5,0

Carige

 

3,9

Bnl

privato

2,8

Mps

privato

2,5

Ras Assicurazioni

 

1,3

Altri

privati

18,4


Come si evince dalla tabella aggiornata al 31 – 12 – 2004, le quote azionarie della Banca di Italia sono ormai possedute in larga maggioranza da Istituti Bancari che inizialmente erano controllati da Enti Pubblici ma che nel tempo sono stati privatizzati

BCE (Banca Centrale Europea)

Banque Nationale de Belgique

2,83 %

Danmarks Nationalbank

1,72 %

Deutsche Bundesbank

23,40 %

Bank of Greece

2,16 %

Banco de Espana

8,78 %

Banque de France

16,52 %

Central Bank of Ireland

1,03 %

Banca d\'Italia

14,57 %

Banque centrale du Luxembourg

0,17 %

De Nederlandsche Bank

4,43 %

Oesterreichische Nationalbank

2,30 %

Banco de Portugal

2,01 %

Suomen Pankki

1,43 %

Sveriges Riksbank

2,66 %

Bank of England

15,98 %

Totale

100,00 %

La Banca Centrale Europea (BCE) ha il compito di emettere l'Euro: è di fatto una Banca Privata in quanto non ha nessun collegamento con le Istituzioni Comunitarie, né con il Parlamento Europeo, né con la Commissione Europea ma è un'Azienda con la seguente composizione azionaria: dalla tabella si evince come il 20,36% delle Azioni della Banca Centrale Europea, vera proprietaria dell'Euro è di proprietà di Banche Centrali di Paesi che sono fuori dall'Euro in pratica queste Banche oltre ad interferire per oltre un quinto nell'Euro emettono e gestiscono le proprie monete nazionali! Sulle Banconote di Euro paghiamo il Copyright; su tutte le banconote è stampigliato prima della scritta il © del Copyright: ciò significa che per ogni banconota stampata si paga una piccola percentuale per i diritti di copia - UNICO CASO AL MONDO -. Per questo motivo la carta utilizzata per le Banconote di Euro è particolarmente deteriorabile, massimo 5 anni per stampare altre banconote e versare altri Diritti di Copia Le banconote di Euro non hanno Numero di Serie; su tutte le banconote è stampigliato un apparente numero di Serie. Ma - UNICO CASO AL MONDO – le banconote dell’Euro non hanno numeri di serie ma solo un semplice codice identificativo composto da una lettera (che indica lo Stato al quale la banconota è stata addebitata - per l’Italia la S) seguita da una serie di numeri i quali sommati fino a raggiungere una sola cifra, devono sempre dare lo stesso numero (per l’Italia il numero 7) es. S13193191051 = 34 = 3+4 = 7.



Ciò è di particolare gravità in quanto è più difficile il controllo sulla massa di banconote in circolazione con conseguenze di particolare gravità….

Ecco la tabella dei codici

Codice

Nazione

Controllo

Z

Belgio

9

Y

Grecia

1

X

Germania

2

(W)

(Danimarca)

(3)

V

Spagna

4

U

Francia

5

T

Irlanda

6

S

Italia

7

R

Lussemburgo

8

(Q)

Non utilizzato

(9)

P

Olanda

1

(O)

Non utilizzato

(2)

N

Austria

3

M

Portogallo

4

L

Finlandia

5

(K)

(Svezia)

(6)

(J)

(Regno Unito)

(7)

Sulle banconote di Euro è indicato il Codice degli stampatori: nascosto sul fronte di ogni banconota è indicato un codice che indica lo stampatore che non necessariamente corrisponde allo Stato di riferimento della banconota emessa: Infatti, in alcuni casi, ad esempio, banconote di Euro sono stampate in Inghilterra, paese che non adotta l’Euro. Il Tasso di Sconto e più esattamente l'interesse sul prestito sul denaro è oggi fissato al 2,5%, è determinato dalla BCE in modo del tutto indipendente e non negoziabile.

Il Debito Pubblico

l Debito pubblico è l'indebitamento dello Stato verso Bankitalia e verso la BCE il Sistema Italia ha oggi un Debito Pubblico di 1.378 miliardi di Euro (2.668 mila miliardi di Lire) che è pari a 24.400 Euro per ogni cittadino italiano compresi i neonati (47.250.000 Lire pro capite) Il Debito pubblico di fatto è un debito sulla carta interno all'Italia infatti l'indebitamento è verso Bankitalia, struttura privata che, grazie alla gestione della moneta realizzato negli anni ha gonfiato oltremisura in modo arbitrario questa cifra.

Dall'Euro si può uscire

Il Trattato di Maastricht ha previsto la possibilità da parte di un Paese aderente all'Euro di uscire dalla Moneta Unica bilateralmente Da una parte è previsto che un paese che non rispetta i parametri di Maastricht viene automaticamente estromesso dall'Euro. Dall'Altra parte un paese autonomamente può uscire dalla Moneta Unica Tecnicamente l'uscita dall'Euro è previsto dai Codici di Controllo stampato sulle banconote infatti qualora l'Italia uscisse dall'Euro

Elezioni 2009
Elezioni 2008
Elezioni 2007
Collaborazione
1000
Derivati
Casta dei Giornali
Sondaggi
TGR
Giallo in Germania
Poesia
Euro Cambio
Euro Copyright
Video
Bel pirla
Euro-truffa
Euro Informazioni
Il pacco turco
Grazie banchieri
Vive la France!
Manifesto
Fotocongresso
Cartoline
Spot
Logo